Mese: maggio 2016

Insulti e parolacce in cinese

Anche le parolacce fanno parte dell’apprendimento di una lingua. Se già conoscete un’altra lingua o conoscete una persona straniera, la primissima cosa che si impara, dopo il “ciao”, sono le bad words, in cinese “坏语 (huài yǔ) “.
Come in italiano, la stragrande maggioranza di insulti in cinese è legata alla famiglia, o meglio, alla mamma, per esser ancora più precisi, e agli antenati. Esorto chiunque quindi dal mettere in pratica tali insulti, se non si vuol finire in una situazione poco gradevole.

他妈的 (tā mā de) – Questa espressione equivale a “c***o”, “me**a”, o ancora “dannazione”. Letteralmente si traduce come”di sua madre”, ma ha molta assonanza con “tua madre”. Negli anni venti, un famoso scrittore scherzò dicendo che questo dovesse essere la parolaccia nazionale. Se ci fate attenzione, la si può sentire più e più volte ogni giorno, soprattutto nelle grandi città.

TMD - tā mā de

Read more