Insulti e parolacce in cinese

Anche le parolacce fanno parte dell’apprendimento di una lingua. Se già conoscete un’altra lingua o conoscete una persona straniera, la primissima cosa che si impara, dopo il “ciao”, sono le bad words, in cinese “坏语 (huài yǔ) “.
Come in italiano, la stragrande maggioranza di insulti in cinese è legata alla famiglia, o meglio, alla mamma, per esser ancora più precisi, e agli antenati. Esorto chiunque quindi dal mettere in pratica tali insulti, se non si vuol finire in una situazione poco gradevole.

他妈的 (tā mā de) – Questa espressione equivale a “c***o”, “me**a”, o ancora “dannazione”. Letteralmente si traduce come”di sua madre”, ma ha molta assonanza con “tua madre”. Negli anni venti, un famoso scrittore scherzò dicendo che questo dovesse essere la parolaccia nazionale. Se ci fate attenzione, la si può sentire più e più volte ogni giorno, soprattutto nelle grandi città.

TMD - tā mā de

去你妈的 (qù nǐ mā de) – Sebbene la prima espressione possa esser semplicemente usata come un’eslamazione, tipo quando sbatti il mignolo del piede contro un mobile o ti cade il cellulare, questo è più un diretto insulto a qualcuno e di base significa “fottiti” o “va a farti fottere”. Si traduce con “va da tua madre”.

肏你妈 (cào nǐ mā) – Ok, con questo si inizia a far sul serio, significa “sc****i tua madre” e viene utilizzato solo quando la gente è tanto arrabbiata con altra, ma tanto sul serio. Con questo insulto ci si può aspettare una bottiglia spaccata in testa.

肏你祖宗十八代 (cào nǐ zǔ zōng shí bā dài) – Questo invece è lo stesso insulto per gli antenati e si sa quanto i cinesi abbiano un forte rispetto per i loro avi, quindi è più che un’offesa, nel caso in cui lo usiate, preparatevi alla lotta. Significa “sc****i i tuoi antenati fino alla 18°generazione”.

Per qualche ragione, in cinese ci sono tanti insulti legati alle “uova”.

王八 (wáng bā) – Si può tradurre all’incirca come “bastardo”. Bisogna far particolarmente attenzione quando si chiede ad un tassista che si vuol andare ad un internet bar (网吧 – wǎng bā), dato che hanno una pronuncia simile. In cinese 王八 è uno slang per indicare “tartaruga” e ad essa si associa la promiscuità; con questa parola si insulta la mamma/nonna/ecc di qualcuno, ed è per questo che ci si riporta al carattere delle “uova”.

王八蛋 (wáng bā dàn) – Se state usando questo, state chiamando qualcuno “figlio di p*****a”. Eviterei di chiamare qualcuno “uova di tartaruga”, a meno che la mamma o nonna eran donnine che aspettavano il bus.

龟蛋 (guī dàn) – Questo significa letteralmente “uova di tartaruga” e può esser usato nella stessa maniera di quello sovrastante.

混蛋 (hún dàn) – Questo è uno dei miei preferiti, si  traduce come “uova mischiate” e significa che la mamma di qualcuno ha avuto due uomini in rapida successione, ovvero che la persona ha due padre biologici.

坏蛋 (huài dàn) – Letteralmente tradotto in “cattivo uovo” viene usato per chiamare qualcuno malvagio o cattiva persona. Non è offensivo come gli altri e quindi può esser usato senza la paura di scatenare una battaglia.

笨蛋 (bèn dàn) – Uno “stupido uovo”, con questo termine si sta chiamando qualcuno uno sciocco, idiota, stupido, ecc.

滚蛋 (gǔn dàn) – Con un “uovo rotolante” si dice di “levarsi dalle p***e”. In alternativa, si può dire 滚开 (gǔn kāi), da usare per cacciare mendicanti e quant’altro per le strade, soprattutto intorno alle grandi attrazioni turistiche dove si rifiutano di lasciarti in pace.

Ovviamente non potevano mancare gli insulti legati al sesso, prostituzione, masturbazione & co.

二屄 (Èr bī, o solo “2B” su internet) – Significa “doppia vagina” e si usa per apostrofare qualcuno come un “fo***to idiota”.

傻屄 (shǎ bī) – Significa letteralmente “stupida vagina” e corrisponde al “tr**a”, “z*****a”, “p*****a” e compagnia varia, la maggior parte delle donne vi tirerà uno schiaffone per averlo detto.

卖豆腐 (mài dòufu) – “Vendere tofu” è usato come eufemismo per prostituzione. Anche qui bisogna far attenzione quando si va dal fruttivendolo e si chiede se vende tofu, in tal caso meglio chiedere 你有豆腐吗? (Hai del tofu?)

吃豆腐 (chī dòufu) – D’altro canto “mangiare tofu” è usato per descrivere un uomo pervertito, che cercherà di toccare le donne contro la loro volontà.

公共汽车 (gōnggòng qìchē) – Dare dell’ “autobus” ad una donna, significa che chiunque si fa una corsa. Indovinate un po’ che significa.

花花公子 (huā huā gōngzǐ) – Questo invece si usa per i maschi e “fiore fiore principe” significa “playboy” e si usa sia in negativo che in positivo.

炒饭 (chǎo fàn) – Questi due caratteri normalmente significano “riso fritto,” ma hanno un doppio significato “fare sesso”.

打飞机 (dǎ fēijī) – Questo invece è la mia seconda espressione preferita, “colpire l’aeroplano” è un eufemismo per la masturbazione maschile.

打手枪 (dă shǒuqiāng) – Letteralmente “sparare con la pistola”, alternativa a quello di sopra.

Per concludere, qualche insulto rimanente.

我肏 (wǒ cào) – Letteralmente “io sc**o” può significare diverse cose: “Mannaggia a me”, “Me**a!”, “Strafigo!”. In alternativa si può sentire, specialmente in pubblico, 我靠 (wǒ kào) come non offensivo. Il preferito dai pechinesi.

牛屄 (niú bī) – Per qualche ragione la “vagina della mucca” significa “f*****amente figo/bello/grande/strepitoso” in cinese.

吃屎 (chī shǐ) – “Mangia me**a” – non ha bisogno di spiegazioni.

二百五 (Èr bǎi wǔ) – Chiamare qualcuno “250” significa dargli dello stupido, inutile, buono a nulla, eccetera.

戴绿帽子 (dài lǜ màozi) – Se un uomo “indossa un cappello verde” significa che la moglie/ragazza lo sta tradendo.

CondividiciShare on Facebook571Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Reddit0Share on LinkedIn0Share on Tumblr0Pin on Pinterest1Share on StumbleUpon0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *